Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Tucky Tales

Il cartone di cui vi parlo oggi ha una singolare curiosità: le prime volte in cui veniva trasmesso, nella sigla si poteva vedere un particolare - piuttosto buffo in verità - che in seguito è stato "censurato".
In cosa consiste questa censura? Beh innanzitutto vediamo di cosa parla questo cartone.

Il protagonista è Tucky ma spero che Tucky non stia per "tucano" perché Tucky non è affatto un tucano. Ma è anche vero che chi si chiama Bruno non deve per forza essere un orso e nemmeno chi si chiama Rosa deve per forza essere un fiore spinoso.

Comunque, se Tucky non è un tucano, possiamo certamente dire che è una specie di pappagallo. Un pappagallo piuttosto chiacchierone che parla una lingua tutta sua, a base di frasi del tipo: "Tupi tipi tuuuu! Tap tap tu tu ta tuuuu, tipititaaa". Tucky ha una voce piuttosto flautata, niente a che vedere con le voci gracchianti dei pappagalli pirateschi che gridano: "Corpo di mille balene! Porta qua un po' di rum! A…

Ultimi post

Lola visita la fattoria - Little Lola Visits the Farm

Una pecora bruca beatamente la tenera erbetta, ma ha un sobbalzo quando sente uno schiamazzo in lontananza. Sta arrivando Lola, la bambina più ridanciana dell'universo.

Eccola che viene, correndo felice nel suo vestitino rosa, ridendo e schiamazzando a pieni polmoni. È tanto il suo entusiasmo che anche i fiori saltano al suo passaggio.

Lola scende di corsa giù da una collina e arriva a una fattoria: prima ride assieme a dei girasoli, poi si intrattiene a guardare un vitellino intento a suc… Continua a leggere

Momento the Great Chef

In questo periodo storico la tv è invasa da programmi di cucina.

I cuochi - pardon, gli chef - sono delle star (televisive) assolute e inarrivabili. La giacca bianca a doppiopetto, con il nome ricamato sopra, è la divisa per eccellenza, la sola rimasta in grado di conquistare tutte le donne. Richard "Zack Mayo" Gere fatti da parte, che hai fatto il tuo tempo.

Non c'è canale tv in cui non vengano suggerite ricette di qualsiasi tipo, dalle tradizionali alle atomiche, dalle regional… Continua a leggere

Hippa Hippa Hey!

Il cartone di oggi è un'animazione 3D, ma si sa che io ormai chiamo tutto "cartone", in memoria dei vecchi tempi in cui esistevano solo i cartoni. (Ma erano poi davvero cartoni? Chissà)

Comunque, il cartone di oggi per qualche motivo mi suscita lo stesso effetto per cui sono pensati i video asmr, dove si vedono persone emettere suoni molto delicati tipo picchiettare le unghie su un tavolo o su una bottiglia, pettinare le spine di un catctus, svitare flaconi di smalto, stropicciar… Continua a leggere

Rocco

Il cartone che prendo in esame oggi è ambientato in un bosco.
Addentriamoci insieme tra la vegetazione.
Oddio. "Addentriamoci" è una parola grossa.
Cosa vuoi addentrarti in una manciata di pochi alberi radi, sparsi qua e là nel mezzo di un bianco nulla? (E per sapere cos'è il bianco nulla, basta cliccare qui.) Con lo stesso passo con cui entri in questo bosco, ne sei praticamente già uscito.

Non ci troviamo infatti in mezzo a una foresta lussureggiante, di quelle che ti fanno ven… Continua a leggere

Animal Party

Una sigla dalla musica quasi epica ci accompagna in una sorta di bosco-giungla-foresta dove svariati animali saltano, si abbeverano, volano. Tra un albero e l'altro, saltella allegramente MJ, la scimmietta protagonista del cartone.

MJ (che suppongo stia per Monkey Junior) vive con la nonna su una piattaforma tra gli alberi. Questa piattaforma è piuttosto confortevole e accogliente, dal momento che è dotata di un comodo divano, di oggettistica varia e perfino di uno scoppiettante caminetto.… Continua a leggere

The Circus Comes to Town

Squilli di trombe!
Rulli di tamburi!
Clangori di piatti!
Svolazzi di fisarmonica!
STA ARRIVANDO IL CIRCO!

Ecco che i carrozzoni fanno il loro ingresso in città. Ci sono le volpi acrobate, il coniglio prestigiatore, i pagliacci con strumenti tra i bracci (!), il topo forzuto che batte ritmicamente due enormi manubri. E in testa al corteo, c'è lui, la star del circo: il piccolo topo con cappello a cono e la faccia dall'espressione furbetta.

Ciascuna puntata del cartone si compone di brev… Continua a leggere

Tulli

Il cartone di oggi è in realtà un'animazione 3D e la sua durata è particolarmente corta. Due minuti e mezzo comprensivi di sigla iniziale e finale. D'altronde, in 150 secondi si possono dire un sacco di cose, inutile tirare per le lunghe, come fanno invece certi film che insistono a raccontare la storia in 3 ore quando avrebbero potuto farlo in una e mezza.

Il, o forse, la protagonista si chiama Tulli ed è una specie di lumachina giallorosa, del tipo senza guscio. Essa vive in un buco … Continua a leggere

Mona & Sketch

Per lavoro, a volte mi è capitato di controllare i nomi di alcuni prodotti stranieri allo scopo di vedere se avrebbero potuto essere adatti a un pubblico italiano. Bisognava verificare che questi nomi non ricordassero dei termini volgari, offensivi o in qualche modo negativi.

Ecco, credo che forse i creatori del cartone di cui parlo in questo post non abbiano fatto fare questo controllo preventivo presso il pubblico italico, altrimenti dubito che avrebbero chiamato la protagonista Mona. È vero… Continua a leggere

Gee-Raffa

Avete presente nel film Matrix la "stanza di caricamento"? Quell'ambiente bianco e vuoto in cui può essere caricato qualsiasi cosa: vestiti, armi, programmi di allenamento?

Ecco, mi vengono in mente almeno quattro cartoni, che in questo caso sono animazioni 3D, che si svolgono in un ambiente del genere, totalmente bianco e punteggiato qua e là da qualche oggetto.

Il cartone che prendo in esame oggi si svolge proprio in questa candida ambientazione, ma per fortuna non c'è Morp… Continua a leggere

Grandpa Joe's Magical Playground

Eccoci qua, tra verdeggianti colline francesi su cui poggiano qua e là delle graziose casette a forma di fungo. In una di queste casette, vive il nonno Joe, un gioviale vecchietto baffuto vestito con una salopette di jeans. Con il nonno Joe vivono anche il cagnolino Dustin e l'aiutante Pepper.

Un momento: perché ho scritto "colline francesi"? I nomi Joe, Dustin e Pepper non sanno molto di Francia. Dev'essere la musichetta di fisarmonica che si sente in sottofondo a farmi imma… Continua a leggere